LE 10 CASE PIU’ STRAVAGANTI AL MONDO!

La maggior parte di noi abita in un appartamento o in una casa del tutto normale, ignorando così l’esistenza di abitazioni particolari per la loro forma, l’estrosità dei colori e i materiali con cui sono state edificate.
Ecco a voi una classifica delle costruzioni ad uso abitativo o commerciale più stravaganti mai realizzati dall’uomo.

10. LA CASA STIVALE

Situata ad Huntsville in Texas, fu costruita da Dan Phillips designer e costruttore della Phoenix Commotion, impresa volta alla realizzazione di strutture con l’impiego di soli materiali riciclati.
La casa si compone di due camere da letto, bagno e cucina.
All’interno è presente anche una scala a chiocciola che porta alla parte superiore dell’abitazione, la quale, tra le altre cose, si collega ad un altro bungalow mediante un portico.
Differentemente da quanto si crede, la casa non è una struttura pubblica, ma può essere affittata al prezzo di 1200$ al mese.

9. LA CASA TEIERA

Questa abitazione dalla forma di una vera e propria teiera, realizzata con mattoni rossi e bianchi, si trova a Zillah a Washington e fu edificata nel 1922 per denunciare la corruzione alla Casa Bianca durante la presidenza di Warren Harding. Fino al 2003 fungeva da distributore di benzina, poi successivamente è stata ristrutturata ed acquistata da un privato diventando a tutti gli effetti una confortevole dimora.

8. LA CASA CAPOVOLTA

L’ “Upside down house”, è la casa capovolta costruita a Taipei, capitale di Taiwan. Il progetto è stato installato al National Taiwan Science Education Center, diventando una delle attrazioni più visitate dell’ “Upside Down Wonderland Exhibition”.
L’abitazione è un’esposizione di stranezza, che ha richiesto ben due mesi di lavori per essere messa a punto. E’ costata circa 600mila dollari ed è arredata in stile country americano con veri mobili agganciati al soffitto.

7. LA CASA GALLEGGIANTE

La casa galleggiante a Londra è un’abitazione alternativa che offre uno stile di vita totalmente diverso dall’appartamento.
A Londra, Amsterdam, Berlino e Parigi c’è stato un vero e proprio boom per il narrowboat lifestyle, cioè uno stile di vita concentrato su un’imbarcazione fluviale adibita ad abitazione. Per il momento, però, la nuova moda ha invaso la capitale inglese, avere una casa galleggiante tra i canali del Tamigi fa tendenza.
Per essere più chiari, questa casa non è altro che un residence con tanto di custode che pulisce il decking; non c’è limite di tempo per l’usufrutto, non manca l’illuminazione notturna con la possibilità di allacciarsi alla corrente elettrica ed idrica della città e si può usufruire dei servizi di smaltimento rifiuti e aree pubbliche. Tutte queste comodità costano al londinese amante della casa galleggiante sul Tamigi, costa 5.200 sterline all’anno.

6. LA CASA TRASPARENTE

Questa casa, situata in Giappone e progettata dall’architetto Sou Fujimoto, è caratterizzata da muri esterni ed interni completamente trasparenti. Generalmente la funzione delle vetrate in un’abitazione è quella di lasciar passare la luce del sole, soprattutto nei mesi più freddi. Questa casa però sembra voler andare oltre al tipico dualismo tra facciata pubblica e spazio interno privato. La filosofia qui è quella del “più sei esposto e più puoi vedere”. Basta, infatti, fermarsi sul marciapiede e alzare lo sguardo per vedere cosa accade all’interno. Di giorno la casa viene letteralmente attraversata dalla luce, di notte invece delle tende “provvidenziali” oscurano le vetrate per ottenere un minimo di privacy.

5. LA CASA SULLA SCOGLIERA

Uno studio di architettura e design australiano, Modscape, ha realizzato questo concept per una coppia che possiede un terreno vicino a questa scogliera a VictOria, in Australia. Una casa verticale a picco sul mare, composta di cinque livelli ancorati nella roccia con perni in acciaio. Si entra dall’alto, dal garage posto all’ultimo piano, e si scende ai vari piani con un ascensore. Un’idea suggestiva per stare a contatto con l’oceano ma chiaramente impossibile da mettere in pratica. Possiamo dunque affermare che i proprietari di questa casa sicuramente non soffriranno di vertigini!

4. LE CASE CUBICHE

Le case cubiche di Rotterdam, progettate dall’architetto olandese Piet Blom, sono dei veri e propri cubi inclinati di 45 gradi e poggiati su pali di cemento. Questa posizione è stata fortemente voluta con il fine di richiamare l’immagine degli alberi di una foresta. Queste abitazioni hanno le pareti esterne di colore giallo, sono disposte in fila e sono adiacenti le une alle altre. Ogni casa è disposta su tre piani dove al piano terra c’è l’ingresso, al primo piano troviamo la cucina e il soggiorno, al secondo piano due camere da letto e un bagno e in alcuni casi all’ultimo piano vi è anche una piccola terrazza sul tetto. Internamente le mura sono inclinate e l’altezza dei vari piani in alcuni punti arriva a non più di un metro e mezzo. Le case sono in tutto 39 e si trovano nel quartiere di Oude Haven, vicino al vecchio porto cittadino.
Questo complesso funge da casa-museo, infatti è possibile anche pernottare all’interno dell’ostello realizzato all’interno di una di queste case.

Eccoci giunti sul podio:

3. LA CASA DANZANTE

Tra il 1992 e il 1996 venne edificato l’edificio della Casa danzante, che andava a sostituire la casa distrutta durante il bombardamento aereo di Praga da parte degli americani, avvenuto il 14 febbraio 1945. Nel 1992 il terreno fu acquistato dalla compagnia di assicurazioni olandese Nationale Nederlanden, che affidò il progetto agli architetti Vlado Milunic e Frank O. Gehry. Nacque così uno straordinario edificio atipico, che si armonizza perfettamente con gli edifici circostanti.
L’edificio viene chiamato “Casa danzante” e “Ginger e Fred”, a causa delle sue torri, che ricordano i ballerini Ginger Rogers e Fred Astair. Il ballerino, infatti, viene rappresentato dalla torre di pietra, mentre la sua partner viene rappresentata dalla torre di vetro. In cima alla torre, che simboleggia una figura di un uomo, c’è una cupola avvolta da capelli immaginari.
Per quanto riguarda gli interni, essi sono stati parzialmente progettati dall’architetto inglese di origine ceca Eva Ji?i?ná. Attualmente, nell’edificio troviamo alcuni uffici, una caffetteria, un ristorante di lusso con terrazza e una bella vista.

2. LA CASA CONCHIGLIA

Questa casa situata in Messico, realizzata dall’architetto Javier Senosiain, ha la forma di una vera e propria conchiglia, infatti calza a pennello il nome “Nautilus“ che le è stato attribuito. Ispirata ai famosi lavori di architettura dei famosi architetti Gaudì e Frank Lloyd Wright, infatti, oltre ad avere la forma di una conchiglia gigante, possiede una parete completamente costituita da un mosaico di vetro colorato, che inonda l’ambiente interno di un arcobaleno luminoso. Secondo quanto dichiarato dall’architetto, la Nautilus House è antisismica e due condotti sotterranei ne garantiscono la ventilazione. Attualmente qui vi abita una coppia di giovani sposi di Città del Messico insieme ai loro due bambini.

1. BASKET BUILDING

Il Basket Building situato a Newark in Ohio, negli Stati Uniti, è un edificio costruito a forma di cestino da picnic, che richiama il prodotto dall’azienda che vi ha sede, ovvero la Longaberger, che produce appunto cestini di vimini interamente fatti a mano.Con sette piani e 9.000 metri quadrati ed un peso tra le 8.000 e le 9.000 tonnellate, ci sono voluti due anni per completarla ed il suo costo è stato di oltre 30 milioni di dollari.La struttura, frutto dell’inventiva del fondatore dell’azienda Dave Longaberger, è stata inaugurata nel dicembre 1997. L’edificio è aperto ai visitatori e al suo interno presenta spazi espositivi dedicati all’azienda. Con la sua illuminazione notturna l’edificio offre un particolare ed estroso spettacolo. Il Basket Building è un esempio della novelty architecture, stile tipicamente americano che consiste nel dare agli edifici la stessa forma del prodotto venduto all’interno.

Confronta annunci

Confrontare